Sunday, March 29, 2009

AGAPE

Serenade In Blue


Where I Live,


As Long As I Live,


No Matter What,


I Put My Life In Your Hands,

More Than You Know.


I Should Care.


Along,


Touching In Love,


Body And Soul.


Thanks For The Memory.



Friday, March 27, 2009

Appoggiati sull'aria

We Remember Moments


The Force of Life


Life is a Miracle




Wednesday, March 18, 2009

Sull'onda di un emozione

Le porte erano chiuse, davanti e dietro. Ero pure in ritardo, per aver calcolato male i tempi.

Poi Anima Vibrante mi apre la porta, ...la porta di una serata magica, di un'atmosfera calda di abbraccio, gioiosa di note colorate, di visi aperti e solari.
Suonare nel quartetto è un'emozione intensa di gialli e di rossi, è la voce delle onde che si adagiano sulla riva; una, eppur tante insieme.
Riempiono il cuore di sole, accendono la stanza di mille colori, sono note speziate quelle di
Anima Vibrante e Fuoco che Arde...

AD LIB ( Jazz Improvisation )


IATO - Incontro Di Due Vocali Pronunciate Separatamente; Soluzione Di Continuità -


TI SCRIVO UNA POESIA ( I'm Writing You A Poetry )


DALLA TESTA AL CUORE ( From Head To Heart )


INCONTRO SOPRA LE RIGHE ( A Chance Meeting )


LE NOSTRE STRADE SI UNISCONO ( Our Ways Join Together )


NOTE NELL'ARIA ( Notes In The Air )


DOLCEZZA DI TRAMONTO ( Sunset's Sweetness )


NON CI SARA' MAI UN'ALTRA TE ( There Will Never Be Another You )


DANZA LEGGIADRA ( Graceful dance )


CANTO LIBERO ( Free Song )


NOTE PROFUMATE ( Scented Notes )

Sunday, March 15, 2009

Giovanni Allevi in concerto

Qualche settimana fà ho avuto il piacere incommensurabile di sentire e soprattutto vivere la Musica di Giovanni Allevi dal vivo.
Giovanni è tenerissimo; è determinato nel superare la sua profonda timidezza pur di "sentire" e interagire con tutte le persone che sono venute ad ascoltare la sua Musica; è un'anima di luce raggiante che saltella avanti e indietro sul palco.
Giovanni è la voce dolce e tremolante che sussurra la presentazione di "Evolution" , dell'orchestra sinfonica e del maestro che dirige.
Giovanni è anche questo ragazzo umile e genuino che siede a terra, gambe incrociate, ad ascoltare l'orchestra sinfonica eseguire il suo " Angelo Ribelle ".
A Giovanni brillano gli occhi dietro alle lenti degli occhiali, mentre ringrazia, mentre chiede un applauso per il maestro, per l'orchestra, per noi.
Giovanni e tutti i musicisti presenti sul palco sono stanchi ma concedono bis, ter..." Siamo così contenti che noi continuiamo a suonare"...
E sono certa, certissima che se quel gruppetto di persone là in mezzo non avesse avuto fretta di andarsene, loro avrebbero sicuramente continuato a suonare, a celebrare la Musica...


Sogno una società dove venga data a tutti i ragazzi l'opportunità di avvicinarsi ad uno strumento.La loro vita vicino alla musica cambierebbe radicalmente e chissà, si avrebbe più rispetto per la cultura, per la propria esistenza, senza anestetizzare la mente nell'inutile sforzo di vivere i sogni degli altri. ( La musica in testa. -Ed.Rizzoli - pp.96)


...Ma quando è abbandonato alla dolce carezza dei tasti, sperimenta la solitudine totale ed è in grado di trascinare l'ascoltatore nella dimensione del non pensare, del silenzio, del recupero di sé....( La musica in testa. -Ed.Rizzoli - pp 85 )


Ogni uomo, quando non pensa, suona, bagna, sogna, odora, scalda, cerca il contatto con le cose che vibrano, che restano umide, che inebriano, che profumano e scottano.
A me piace l'acqua, avvolgente, che rende opaca e lontana ogni cosa, annullando il tempo misurato, e che spinge in superficie con forza e grazia, o ingloba silenziosa il corpo che ha perso il suo spazio. ( La musica in testa. -Ed.Rizzoli - pp86 )


Basta ricordare che siamo fatti di acqua calda, che siamo soffici, liquidi ed elastici. ( La musica in testa. - Ed.Rizzoli - pp61 )


Non bisogna mai aver paura di rompere le regole, se è il nostro cuore a chiederlo. Mai temere di destabilizzare un sistema: è nella sua natura la necessità di cambiare. Ma soprattutto bisogna sempre trovare il coraggio di esporsi, di osare, di mettersi in gioco...( La musica nella testa. -Ed.Rizzoli - pp 51 )


Se dovessi uscire di qui, canterò con la musica la gioia di vivere, ogni momento bello o brutto, qualunque sarà la mia condizione.
( La musica nella testa. -Ed.Rizzoli- pp 178 )


Friday, March 13, 2009

Sulla Natura





Crea qualcosa di speciale, ogni giorno...


Thursday, March 12, 2009

Sax Borgani Vintage Jubilee



Il suo timbro felpato e morbido ha catturato da subito la mia attenzione. Come una voce familiare che da tanto tempo non senti più ma all'improvviso ritorna a farsi sentire.E te non puoi far altro che scioglierti in un sorriso e andargli incontro a braccia aperte.

Mentre V. anima vibrante testava i vari sax per saggiarne meccanica, suono, tuning etc., io facevo attenzione al timbro. I primi due, fra cui il famigerato Yamaha, non hanno suscitato il mio interesse, troppo puliti, squillanti, freddi. Il terzo, un Grassi, aveva un bel timbro, decisamente più caldo e rotondo degli altri due messi assieme. Poi l'affascinante R., che ribattezzo "sexy voice", considerata la sua fantastica voce, ci presenta il Borgani Vintage Jubilee,di seconda mano, che a prima vista poteva sembrare il barbone fra i ricchi e imbellettati, ma che poi ha dimostrato di possedere un timbro eccezionale, una personalità particolare ed uno stile estetico inconfondibile e vissuto che non può passare inosservato.



Il corpo è armonioso ed ergonomico, una gioia per le mani e le dita. Mi sento proprio a mio agio.

Come prontamente mi ricorda anima vibrante, tutto dipende da me, dalla mia capacità di far parlare, o suonare se preferite, la mia anima attraverso lo strumento.
....io mi sento molto ispirata!

A brief moment of discouragement

What if u're playing ur sax with a cool vibe, the pitch it is very cool and nice, u're enjoying every single note, u're enjoying even the mistakes ( that gives u awareness) doesn't matter if u have to start all from the beginning; ur mood is high and the life is smiling at u,

and suddenly ur dad look at u as u're the most miserable person in the world and, shaking his head, says : - if it can be my decision, u should quit immediately, ...u always have such stupid-nonsense ideas , i cannot understand..."

Probably ur first reaction would be to shut him up and give him shit meanwhile u explain how really things are, that u're teacher is very happy with u, almost impressed, and is not the only one. But immediately u realize how useless would be. If he came up with such horrible thoughs it means he really couldn't grasp the meaning. Once again.
So why would u loose time and energy trying to talk with a dead end?
U know that if u reply u will begin an unnecessary war; u know that he consider himself the god who detain the holy truth.

U shut up and continue to play ur sax as nobody spoken before.
Probably, inside u're crying, for the sadness, for the frustration and for the disbelief.
Probably, inside u're crying also because of the deep seated anger that u feel everytime he come up with that kind of sentence, out of the nothing, trying to kill anything good u're doing.
Probably, inside u're crying because, actually, u don't expect ur dad to agree with u're big and small choice, u just expect the minimum required respect for the big and small choice of a person, in the first place.

Perhaps u want to collect ur things and move somewhere else, because it is always helpful to take a bit of a distance in moment like that. For urself and for the other.
U try to weight things, u ponder the situation, u don't want to run away from problems, u want only understand, cope with it and find the best solution (that does not necessarily means that dialogue is a good move, in fact u unsuccessfully tried already in the past, in many different polite and unpolite way, so u know. ) .

Perhaps u keep going on ur road. Few hours passed and u are again almost in peace with the world when he come up with another sentence with an irritating voice tone: ...u aren't a successful person, u're a failure, look at u, what do u have?.....

Probably u're first reaction would be to kick his head onto a wall so maybe can work better ( with some electrical stuff is helpful ) then u would shout at him his total blindness and would immediately begin a war ( because sometimes the belly is stronger than common sense) , but almost immediately u see the poor little man who couldn't do what he wanted to do in his own life,u look at him and recognize his purpose, the same over and over again, forever.

U know perfectly what he is doing : He's trying to get the success he didn't have in life through u.
If u are successful then He will mathematically be a successful man.

U're aware of this, so u're reply is brief and concise and sort a due effect.

U're also aware that his idea of success in life ( like many people in the whole world ) is measured in money, properties, husband with money-villa-kids, a heated-lifetime-horrible-but-safe-job, ...wouldn't be bad to have a ferrari and a yatcht parked somewhere.
For him life is suffering, for u is the celebration of a nature's miracle.

U also aware of what is important in life for u, so there is no need to get upset then: once again u realize that both eyes, ur and his, are looking and are seeing things differently.

U don't agree with him but u accept his point of view as a possibility.
He doesn't agree with u and he doesn't accept ur point of view, regardless.
And now is trying to take a revenge, on any occasion, so to let u know u're a failure.

Most probably u love him.
Because so, u will try to live ur life a bit far away from him so to preserve this good feeling and also because u don't want to hurt more his fragile personality and soul.
However, what a sadness.

Monday, March 9, 2009

II lezione di sax

Oggi ho fatto un pasticcio con i post ma li ho già messi a posto, per cui gli ultimi tre ( compreso questo ) sono cambiati!



Il genio, dopo un solo contatto telefonico e senza nemmeno esserci mai incontrati, ha capito subito chi è l' insegnante giusto per me...trattasi di puro caso o di puro genio?
Fra meno di venti minuti mi recherò al secondo appuntamento con lui, V. Anima Vibrante e profonda, mi insegnerà a far cantare l' anima attraverso il sax. Durante la settimana ho studiato come una pazza, e talvolta è stato difficile smettere di suonare, è come se il sax mi si attaccasse letteralmente a dita e labbra, poi non sento stanchezza, anzi!, suonare ( ok, strimpellare, vabbè ) mi riempie di energia! e una pena indicibile mi colpisce quando lo devo riporre nella custodia perchè magari c'è qualcuno che vuole andare a dormire.....!!!
Mi ci sono voluti 2 interi giorni e un mezzo taglio sotto il labbro nella parte interna della bocca ( dove toccano i denti) prima di riuscire a rilassare le labbra e di conseguenza a non farmi male e a produrre il suono giusto. Non bisogna irrigidire il labbro inferiore altrimenti il suono risulta soffocato...ebbene adesso che ho un controllo migliore sui muscoli delle mie labbra riesco a non soffocarlo il suono!!!!
è tardissimo!!!! scappo!
.................................................................................

La lezione di oggi è stata bellissima, ci siamo divertiti come pazzi ( beh,io sicuramente ;-) ), e poi M. ,il ragazzino simpaticissimo che fa lezione prima di me, è rimasto più a lungo e ha quindi seguito le mie performance di strimpellatrice dei poveri ... ero un bel fascio di nervi tremolanti ( timida cronica) ma poi con la bella atmosfera e l'autoironia scherzosa mi sono tranquillizzata ed è stato tutto più semplice! oggi ho imparato una cosa bellissima che è espirare in modo deciso e costante buttando fuori l'aria dalla "pancia" con un movimento dal basso all'alto, senza alzare le spalle come invece viene naturale fare. Ebbene il suono che ne esce è mooolto diverso, è deciso, caldo, rotondo, pieno, e quando abbiamo suonato di fronte al vetro è stato ancora più bello! Ora devo concentrarmi su questo punto importantissimo.
Anima Vibrante suggerisce di provare di fronte allo specchio in modo da controllare la posizione delle dita ( che tendo a tenere lontano dai tasti ); è importante per la fluidità del suono, infatti tendo a spingere i tasti con la foga di un picconiere, rendendo il suono troppo martellato.
Un'altra cosa interessante è stata la scoperta della velocità del tempo: sul libro che stiamo seguendo ci sono scritti dei numerini a fianco di una nota da 1/4 all'inizio di ogni esercizio, ebbene quei numerini prima misteriosi sono risultati essere fondamentali! infatti segnano la velocità del tempo di esecuzione, ecco svelata la funzione del metronomo...si vede che a scuola dormivo profondamente quel giorno lontano in cui venne spiegato!!!!
Ho talmente tanto entusiasmo che "non sto più nella pelle", qualcuno ne vuole un pò?! è gratis!!!!
Poi è successa una cosa fantastica: V., dolce anima vibrante qual'è, mi ha proposto di provare a suonare con il suo Selmer....presa alla sprovvista ( non mi è mai passato nemmeno dall'anticamera del cervello l'idea ) non mi sono scomposta e l'ho provato: e ho sentito e vissuto tutta la differenza del mondo!
Molta, molta differenza. Quasi non glielo avrei più ridato....
E adesso dove lo trovo io un Selmer come il suo ad un prezzo a misura delle mie tasche microscopiche?! Si, perchè io da oggi mi sono innamorata di quel suo suono rotondo e vellutato, pieno e solare, caldo e sicuro come l'abbraccio di un amica fidata.

Sunday, March 8, 2009

oggi mi puzza un pò

Preferisco la verità alle bugie.
Sempre.

Saturday, March 7, 2009

the power to be different


The power to be different
Lo stile è la risposta a tutto
Metti in moto l'anima

Sempre avanti

Shock your time

Giochiamo!

Dai sfogo alla tua creatività

Scopri cosa c'è fuori
Gioca e divertiti

L'emozione delle curve continua
The power of dreams

Il futuro appartiene a coloro che credono alla bellezza dei propri sogni
Mai la solita emozione

La vita è la strada più bella
Alcune luci illuminano la mia strada
Altre il mio percorso
I limiti sono solo nella nostra mente
Scegli il tuo
destino
La storia non va a capo