Wednesday, November 26, 2008

Schonbrunn


Lascio raccontare alle fotografie la poesia di questa meraviglia, per chi fosse interessato alla storia può guardare qui
.





Foglie intrappolate nel ghiaccio della fontana.

Cuore di ghiaccio





Scoiattolo curioso










Gloriette

Tuesday, November 25, 2008

Che poi

Che poi io ci rimango male.
Che poi sono sensibile e mi si riempiono gli occhi di lacrime.
Che poi io non me lo aspettavo,no.
Che poi ad una domanda c'è modo e modo di rispondere.
Che poi quello che mi fa male non è la risposta negativa,assulutamente no.
Che poi quello che mi fa male è l'atteggiamento scontroso e denigratorio con cui mi si è risposto.
Che poi mi è già passata.
Che poi a lui no.
Che poi l'orgoglio e le parole non dette rendono tutto peggiore.
Che poi adesso non ci si parla, non ci si guarda.
Che poi quella che farà il primo passo sarò io, ancora una volta.
Che poi non è importante chi fa il primo passo, l'importante è farlo.
Che poi se lo facesse lui, per una volta, non mi dispiacerebbe,eh
Che poi è stata proprio una bella giornata oggi e non la possiamo rovinare così.
Che poi a me piacciono le storie a lieto fine.
Che poi sono una romantica, io.
Che poi.

Benny Lava

Sunday, November 23, 2008

una allegra serata fra amici

" Se tu hai una mela, e io ho una mela, e ci scambiamo le mele, avremo sempre una mela ciascuno. Ma se tu hai un'idea e io ho un'idea, e ci scambiamo le idee, allora avremo entrambi due idee."
George Bernard Shaw


BUCHTELN
sottotitolo: esperimenti in cucina

Cosa c'è di meglio che preparare un dolce in una fredda serata d'inverno?
...il profumo che si spande x tutta casa quando il dolce è cotto...
mmmhhhhhhhh

( ho appena scoperto che premendo contemporaneamente Alt Gr e il tasto P si pubblica direttamente il post senza passare dal via, sgrunt! )

INGREDIENTI

1/4 lt latte; 100 gr burro; 3 rossi d'uovo; 80 gr zucchero; un pizzico di sale; la scorza grattuggiata di un limone; stecca di vaniglia; 500 gr farina; 1 bustina di lievito di birra secco; marmellata di albicocche; zucchero a velo.

COME SI FA; COME SI FA....
Prepara una terrina con 500 gr di farina e il lievito di birra.
Riscalda 1/4 lt di latte finchè tiepido, aggiungi 80 gr di burro, mescola finchè si fonde completamente, spegni
il fuoco e aggiungi 1/4 di latte freddo.
Aggiungi i 3 rossi d'uovo e mescola finchè si amalgamano bene, poi aggiungi, sempre mescolando, 80 gr di zucchero,1 pizzico di sale, la scorza grattuggiata del limone e i semi di vaniglia.
Versa questo composto nella terrina con la farina e lavora l'impasto p
er 10 minuti finchè morbido ed elastico ma non appiccicoso.
Lascia a riposare per 20 minuti, coperto e al caldo finchè raddoppia il suo volume.
Lavora l'impasto per altri 10 minuti e lascia a riposo per altri 30 minuti.
Stendi l'impasto, circa 1 cm di spessore, e ricavane
24 quadrati. Al centro di ogni quadrato metti un cucchiaino di marmellata; unisci le 4 punte e sigilla bene i lati.


Spennella con il burro (fuso) rimasto tutta la superficie prima di metterlo nella teglia ( unta di burro ) con la parte sigillata rivolta verso il basso.Ripeti per tutti i quadrati.

Lascia riposare per 10 minuti.
Cuoci in forno già caldo a 180° x 40'

Spolvera la superficie con lo zucchero a velo.
Qui a Vienna lo accompagnano con una salsa alla vaniglia strepitosa!


Saturday, November 22, 2008

Belvedere



Stamattina ci siamo svegliati con la neve, giusto un leggero velo bianco sopra le cose, e c'era pure il sole a rendere tutto più luminoso ( c'era, perchè poi è scomparso dietro a quei nuvoloni grigi lassù) , che bel risveglio!
Ieri è stato emozionante visitare il Belvedere, che al momento ospita una mostra di Klimt, dove in tutto il suo splendore ho potuto ammirare " The Kiss " , " The Tree Ages of Woman ", "Danae ".... è interessante quanto siano diversi gli originali dalle foto che trovi s
ui libri, queste ultime hanno sempre colori più sgargianti ed esaltati rispetto ai primi, cosicchè ho sempre questo senso di delusione quando trovo che l'immagine che ho in mente, che mi piace e che mi è familiare non corrisponde esattamente all'originale, il quale è spesso meno luminoso,è molto più opaco di quanto le pagine patinate mostrano, è in definitiva diverso ( poi mi riprendo dallo shock velocemente e scopro la bellezza propria dell'originale) . Mi viene in mente la relazione fra la storia narrata in un libro ed il film che ne viene tratto, bene, ho scoperto che se leggo il libro mai e poi mai devo andarmi a vedere il relativo film xchè saranno 2 cose diverse( al libro va cmq la mia incondizionata preferenza). Ciò non significa che uno sia meglio dell'altro,solo che sono 2 cose diverse.Tornando ai dipinti, la mediazione della macchina fotografica, l'avvento di programmi di ritocco per foto, i colori e la carta utilizzati per la stampa...giocano tutti un ruolo importante nel creare un'immagine distorta o cmq non fedele di quello che è la realtà oggettiva del dipinto stesso.


Tuesday, November 18, 2008

Italia-Austria



Mi sono presa una pausa dal "dolce far niente", come direbbero il Bullo e la Tognaus, per, ..udite udite.,.lavorare ! La settimana è passata in fretta come una vacanza e mi sono divertita tanto, ho alloggiato nella meravigliosa Locanda del Monacone dove ho avuto il piacere di dormire nella camera" Camelia" con soffitti ad arco e mattoncini rossi a vista con tanto di letto comodissimo, poi mi sono deliziata il palato con gli squisiti intingoli preparati direttamente dalle magiche mani della padrona di casa.Finita la vacanza-lavoro sono tornata in Austria. Ma stare fermi non è il nostro forte così siamo partiti per Vienna con la Bat-Scatola, ospiti di carissimi amici; nel pomeriggio abbiamo visitato la mostra dedicata a Vincent Van Gogh all' Albertina Museum, interessante ma ancora una volta i quadri che più mi piacciono non erano fra quelli esposti...uffa....Cmq cara Soraika mi manchi tantissimo, ti ho pensata tanto oggi, sarebbe stato emozionante perdersi fra tutte le cose che ci sono da vedere e da fare in questa città, anche passeggiare con il vento gelido che ti sputa in faccia avrebbe avuto un'altro sapore,lo giuro! Cmq, divertita, mi sono divertita tanto con i miei due angeli ai lati, R. e W.; abbiamo incontrato strani personaggi, ammirato costruzioni come l'Opera House, il Mumok, l'immenso Museums Quartier ( che a suo tempo non era altro che l'infinita stalla imperiale, ....),il Parlamento, la Rathouse ( il municipio ) che somiglia tanto ad una cattedrale...e poi ancora, i mercatini di natale che sono già iniziati, i soffitti della metrò,l'arte di strada, il delizioso schoko waffel caldo( Maharani sono sicura che ti farebbe svenire!!!!) ... il Gluehwein( una sorta di vin brulè per quanto ho capito) che non abbiamo bevuto,ma ci rifaremo presto eh eh...si vede cmq che eravamo ubriachi di nostro perchè poi a casa ci siamo lanciati in una ricerca su utube dei cantanti austriaci e italiani degli anni '60-70-80...e sono saltati fuori nomi come Celentano, Little Tony, Toto Cotugno, Bobby Solo, ...i nomi austriaci nn me li ricordo ma in pratica l'unica differenza è che cantavano in una lingua diversa!!!!

Saturday, November 8, 2008

La Bat-Scatola



E cosi' siamo ripartiti per Jennersdorf con il glorioso camper d'antiquariato, il cui sistema elettrico funziona solo se nn piove, lo stereo va in palla ad ogni curva e le frecce vanno a loro piacimento. Non male come inizio eh?! e io che mi lamentavo di quanto e' inguardabile! Qui i problemi sono ben altri !!! SuperPrimo, mio eroe, dove sei?? qui urge un check up completo, altro che Mohammed´s car!!!

Friday, November 7, 2008

Pioggia d'autunno


Come non detto: piove a dirotto da 2 giorni, io starmene zitta mai, eh?! E' strano doversene stare tutto il giorno in casa, abituata come sono a gironzolare all' aperto ; Guardando fuori dalla finestra il grigio del cielo e i colori bagnati dell' autunno mi e' venuta voglia di una bella chiaccherata fra amiche davanti ad un vassoio di biscotti e the caldo; purtroppo le amiche sono lontane ma x i biscotti si puo' sempre fare qualcosa... cosi' e' bastata un'occhiata veloce alla ricetta dei super deliziosi"biscotti alla nocciola" di Fiordizucca per precipitare nuovamente nel girone dei golosi, mi chiamano cookiemonster mica x niente he he... Non so per quale strana alchimia ma fare dolci e lavare piatti mi rilassa, mi aiuta ad allentare la tensione e a pensare chiaramente. Fra qualche giorno torno in Italia per una breve parentesi di lavoro, per l' occasione ho dovuto acquistare qualche abito adeguato...dis che non posso presentarmi in jeans, maglietta e scarpe da ginnastica "lozzose" ...e nella mia valigia-casa non c'e' praticamente nulla di adatto alla vita da ufficio... e' che questo lavoro e' arrivato tanto inaspettato ( e per questo mio caro amico H. ti ringrazio all'infinito!!!!) quanto provvidenziale.

LOL

Buona risata a tutti!

Wednesday, November 5, 2008

great step forward, America

autum days

Qui davvero non ci si annoia, ogni gg ce n'e' 1 nuova: il camper, che finalmente abbiamo comprato(!!!), interi pomeriggi a cavallo della montain bike nella foresta ( a proposito...che colori in questo caldo autunno! ), qualche litigata col mio bello ( l' amore non e' bello se nn e' litigarello...anche se ne farei volentieri a meno...), passeggiate, jogging mattutino, pellegrinaggio giornaliero al market x le patatine e la ciokko che e' risaputo essere il mio mix preferito e irrinunciabile assieme ai crackers doria e alla nutella...), bouldering, + o - brevi viaggi attraverso l' infinito mondo parallelo di internet dove scopro sempre qlcs di nuovo e interessante, week end outdoor, fotografare tutto cio' che cattura la mia attenzione...insomma " ho il mio bel daffare eh!"
Fortunatamente il tempo e' dei migliori e ci sono splendide giornate assolate e calde, ma anche tiepide giornate grigie, raramente pioggia e freddo, vado ancora in giro con il giacchetto senza maniche!
Ieri pomeriggio abbiamo pedalato per 5 ore in una foresta coloratissima ( Buchkogel, Sud-Ovest di Graz ), aranci, gialli, verdi, marroni....
un morbido tappeto di foglie sulla via e tanti rami seminudi nel blu del cielo, mi sono riempita gli occhi e l' anima.
Poi mi sono riempita la bocca di milioni e milioni di moscerini che, x loro e mia sfortuna, viaggiavano contromano sulla mia strada! Io non ci riesco a respirare col naso, specialmente sotto sforzo quindi me ne sto a bocca aperta e siccome in salita " do la polvere a tutti " he he, da brava apripista spazzolo per benino tutti i vari animaletti...ci credo che quando ci fermiamo ai vari Buschenschank nn ho fame!!!!! ( tipiche trattorie dove si mangia esclusivamente cibo prodotto nella loro fattoria )
Vabbeh...poi assaggio le varie leccornie ugualmente, e' risaputo, x cortesia e ....." luveria..."
Dalla bici sono caduta solo 2 volte, entrambe scendendo da un quasi-spericolato downhill nella foresta, non ridete, anche cadere ha il suo perche'! Dunque, la prima volta ho stupidamente inchiodato il freno anteriore nel tentativo di superare una massiccia radice che sbucava dal terreno e e cosi' sono volata per terra a faccia in giu', riportando 1 ferita di battaglia leggera, un ematoma dell´estensione del Duomo di Milano sulla gamba dx che ci ha messo 3 settimane intere x sparire. Alla scena ovviamente nn potevano mancare testimoni, fra cui una nonna con nipotina al seguito..." ecco cara, vedi che la bicicletta e' pericolosa, v
edi come e' caduta quella signorina li -( schifata, mentre allunga il dito verso di me, che nella mia beata ignoranza della lingua austriaca me la ridevo di gusto per la mia prima caduta ufficiale )- mai andare in bicicletta ! " boh! speriamo che la pupetta nn sia rimasta impressionata dalle parole di quella signora! Io non credo affatto che la bici sia pericolosa , anzi, anzi e stra-anzi, e non credo sia poi cosi´ brutto nemmeno cadere, si imparano tante cose, se non altro a rialzarsi e rimettersi a correre, ci si mette anche in discussione e da terra si vedono le cose con una diversa angolazione , e cmq la volta dopo si cerca di non rifare lo stesso errore. Vabbeh, poi io sono di zucca dura, ma questa e' un' altra storia....
La seconda caduta e' avvenuta lungo una stretta e quasi verticale discesa, coperta da 1 spesso strato di foglie arancioni e gialle, insidiata da sassi e radici nascoste dal fogliame....me ne ricordo bene xche' ho visto e sentito tutto ben da vicino dopo esserci atterrata sopra, ovviamente a bocca aperta ...testimoni affermano di essersi accorti che qlcs era andato storto xche' ad un certo punto hanno sentito un urlo tipo Tarzan con la raucedine e successivamente silenzio....avevo la bocca piena di foglie!!!!
....Poi la bici mi e' planata sulla testa e cos' altro potevo fare se non scoppiare in una risata ?!


We´re still enjoying the gorgeus autumn in Graz; days are short and busy, sunny and warm, so often we ride the montain bike in the forest! I managed to fall twice on a downhill trip...the 1st time I locked the brakes and fell on a side( got a painful bruise..); the 2nd time I was riding the bike on a very steep ravine filled with a thick layer of leaves. Again i must have locked the brakes because the bike stopped dead and I literally flew over the handlebar and hit the ground. Before i could realize what was happening the bike hit me on the back of my head, what could i do?!just burst out laughing!!! Later on, people have said they heard me scream and then silence........guess what? my mouth was filled with leaves....